Tastiera: smontaggio

È ben noto che la tastiera sia uno degli oggetti più sporchi presenti sulla scrivania, perché sotto i singoli tasti si nasconde dello sporco che non si può rimuovere facilmente. A meno che, ovviamente, non si proceda a smontarla totalmente (operazione tutt’altro che immediata e piacevole).

Dovendo iniziare il restauro della mia NeXTStation N1100, ho deciso di partire dalla pulizia della tastiera. In realtà per questioni di budget e di temporanea (e forse apparente) penuria di offerte su eBay, ho acquistato separatamente tutti i pezzi da fornitori diversi. Dunque la tastiera in questione aveva un’origine ben diversa da tutto il resto dell’hardware acquistato. Dall’esterno appariva sporca, senza dubbio, ma nulla lasciava immaginare ciò che avrei trovato all’interno. Credo le immagini qui sotto rendano l’idea.

IMG_4825

IMG_4824

IMG_4823Polvere, terriccio (probabilmente la tastiera è rimasta in un magazzino particolarmente esposto alle intemperie), peli/capelli, ragni, non oso immaginare cos’altro. Per prima cosa, ho smontato di due gusci superiore e inferiore, facendo attenzione sia ai cavi sia al bordo di gomma che li tiene uniti. Purtroppo mi sono accorto che tale bordo era già leggermente rotto, dunque ho dovuto mettere in conto un incollaggio prima di rimontarlo.

Utilizzando un keycap puller (facilmente acquistabile su eBay per meno di 5 euro) sono riuscito ad estrarre tutti i tasti.

IMG_4856Non avendolo mai fatto prima, ho usato la povera tastiera della NeXT come cavia. L’approccio, poi rivelatosi vincente, è stato quello di iniziare da uno dei tasti periferici del tastierino numerico, in modo da verificare che il puller fosse correttamente agganciato. Poi ho esercitato una leggera (e crescente) forza verso l’alto, avendo cura di non flettere in direzione obliqua. Pian piano si sono tolti tutti i tasti, ad esclusione di quelli più grandi dotati una piccola leva metallica che ne stabilizza il movimento verticale durante la pressione.

IMG_4858Procedendo verso l’interno, ho potuto poggiare il pollice sul tasto adiacente già rimosso per facilitare l’estrazione.

IMG_4863Per estrarre i tasti più grandi (ENTER, SHIFT, SPACE…) è stato necessario sganciare con delicatezza la leva metallica dalla base della tastiera e successivamente estrarre il tasto con il keycap puller.

IMG_4866Alla fine tutti i tasti sono stati rimossi ed è stato possibile procedere con la pulizia, raccontata nel prossimo articolo.

IMG_4867

IMG_4868La tastiera, come riportato da diversi siti, è di produzione ALPS, al cui sigla è visibile sul retro del circuito stampato:

L'indicazione ALPS sul retro del circuito stampato della tastiera.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s